Rigore ed efficienza: forte svolta nell’organizzazione del Comune - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Rigore ed efficienza: forte svolta nell’organizzazione del Comune

Efficienza, ottimizzazione delle risorse, sobrietà, rigore. Sono questi i principi che hanno ispirato la riorganizzazione del Comune di Siena, deliberata dalla giunta comunale nella seduta di ieri, mercoledì 28 settembre. La dotazione organica dei dirigenti dell’Ente passa da 20 a 14, mentre le direzioni, che saranno effettivamente ricoperte, da 14 a 9. Accanto al Sindaco, al Segretario Generale, allo staff del Sindaco e alla Polizia Municipale, l’articolazione del Comune prevede tre Aree che racchiudono le 9 direzioni: l’area risorse, l’area welfare e l’area della città e del territorio.

 

Nell’area delle risorse sono ricomprese: la direzione risorse finanziarie e tributi, nella quale sono confluite, per una gestione più razionale, le competenze della direzione gare e appalti, nonché le assicurazioni; la direzione risorse umane organizzazione e istruzione e la direzione Sistemi informativi e Reti tecnologiche. Nell’area welfare, invece, sono ricomprese: la direzione servizi istituzionali e generali, con all’interno: servizi angrafici, l’Ufficio Studi e le Politiche Giovanili, in questa direzione sarà inserita anche la figura del disability manager; la direzione comunicazione e informazione; la direzione cultura, grandi eventi, palio, sport e turismo. In questa direzione troviamo anche la le attività culturali e quelle gestionali amministrative del complesso museale del Santa Maria della Scala, che presto sarà gestito con una nuova forma giuridica autonoma. Nell’area welfare sarà anche presente un’altra rilevante direzione, ovvero la direzione politiche abitative, servizi sociali e sanità, patrimonio comunale. Per quanto riguarda l’area della città e del territorio, invece, troviamo: la direzione pianificazione territoriale e urbanistica, sportello unico integrato e attività economiche, direzione questa che interagirà, tra l’altro con le nuove figure del mobility e dell’energy manager, la direzione lavori pubblici, ambiente e manutenzione patrimonio edilizio e la direzione di progetto

 

“La riorganizzazione del Comune – afferma Franco Ceccuzzi, sindaco di Siena – rappresenta il presupposto essenziale per rispondere a quelle esigenze di ottimizzazione delle risorse, sobrietà, economicità ed efficienza, che devono caratterizzare il lavoro e la struttura dell’amministrazione comunale. Questo nuovo assetto dovrà garantire l’attuazione del programma di mandato, amministrare la città di oggi e progettare quella di domani. La giunta si è assunta con me questa grande responsabilità operando una svolta netta per ridurre i costi. Si apre una fase nuova per tutti: per coloro che saranno chiamati a ricoprire direzioni ben più grandi e complesse e per quelle professionalità che non avranno questa opportunità, ma che per il loro valore possono guardare al futuro con fiducia. Oggi il Comune deve fare molto di più con molte meno risorse. Questa sfida vale per tutti, dal sindaco, ai dirigenti, fino a tutti i dipendenti. Il nuovo assetto organizzativo, infatti, ci consentirà, grazie alla forte riduzione del numero delle direzioni, di risparmiare, all’anno, una cifra compresa tra le 250 e le 300mila euro e che, entro il mandato, potrà garantire un risparmio di oltre un milione di euro. La riorganizzazione è la prima pietra per l’attuazione del programma perché è il cuore del metodo di lavoro di tutto il Comune. Sarà pienamente operativa dal 1° novembre, presenta delle novità di grande rilievo e, proprio per questo, avrà una fase sperimentale che durerà fino al 31 dicembre 2012”.